Atto abrogato

Regione Umbria
LEGGE REGIONALE n. 18 del 26 Marzo 1984 (1)
Modificazioni ed integrazioni della legge regionale 1 settembre 1981, n. 66 , così come modificata ed integrata dalla legge regionale 24 dicembre 1982, n. 59 . Norme sul funzionamento dell'ente regionale di gestione dei servizi per il diritto allo studio universitario.
Pubblicazione: Bollettino Ufficiale n. 24 del 29/03/1984


ARTICOLO 1

Controllo sugli atti.

1. Al secondo comma dell'art. 13 della legge regionale 1º settembre 1981, n. 66 quale modificato dall' art. 3 della legge regionale 24 dicembre 1982, n. 59 , dopo le parole: " Le altre deliberazioni " sono aggiunte le parole: " eccettuate quelle relative alla mera esecuzione di provvedimenti già adottati e perfezionati ai sensi di legge ".

2. Al quarto comma dell'art. 13 della legge regionale 1º settembre 1981, n. 66 , dopo le parole " sono inviate entro tre giorni " è aggiunta la parola " lavorativi ".

ARTICOLO 2

Finanziamenti.

1. All' art. 15 della predetta legge regionale n. 66/ 1981 , dopo il primo comma, è aggiunto il seguente: " Le entrate derivanti dalla gestione diretta dei servizi da parte dell'Ente regionale dei servizi per il diritto allo studio universitario sono acquisite al bilancio del predetto ente e concorrono al finanziamento degli interventi previsti dalla presente legge unitamente allo stanziamento regionale di cui al successivo comma del presente articolo ".

ARTICOLO 3

Struttura operativa e gestione funzionale del personale.

1. Dopo l' art. 16 della legge regionale 1 settembre 1981, n. 66 , sono aggiunti i seguenti: " Art. 16/ bis - Struttura operativa e dotazione organica. La struttura operativa dell'ente regionale per la gestione dei servizi per il diritto allo studio è ordinata nel rispetto della normativa regolante l'ordinamento degli uffici regionali. Il regolamento interno di cui al sesto alinea del primo comma del precedente art. 7 determina l'eventuale articolazione della struttura operativa dell'ente, entro i limiti del contingente numerico determinato ai sensi del successivo comma. La dotazione organica e funzionale viene determinata ai sensi dell' art. 2, primo comma, lett. e), della legge regionale 17 agosto 1983, n. 35 , sulla base della proposta del Consiglio di amministrazione dell'ente di cui al quinto alinea del primo comma del predetto art. 7. Art. 16/ ter - Gestione funzionale del personale. Alla gestione funzionale del personale regionale assegnato all'ente provvedono, nel rispetto della vigente normativa regionale in materia, i competenti organi dell'ente medesimo intendendosi con essi sostituiti gli organi regionali. La nomina dei responsabili delle strutture organizzative individuate ai sensi del precedente art. 16/ bis è deliberata dalla Giunta regionale su proposta del Consiglio di amministrazione dell'ente ".

ARTICOLO 4

Assunzioni temporanee.

1. All' art. 5 della legge regionale 24 dicembre 1982, n. 59 le parole " la Giunta regionale - su motivata proposta dell'ente regionale di gestione dei servizi per il diritto allo studio universitario - può procedere... " sono sostituite con le seguenti: " il Consiglio di amministrazione dell'ente regionale di gestione dei servizi per il diritto allo studio universitario, nei casi di comprovata necessità, può procedere, utilizzano le graduatorie di cui al successivo art. 6 ".

ARTICOLO 5

Trattamento economico di attività e di fine servizio.

1. Al primo comma dell'art. 8 della legge regionale 24 dicembre 1982, n. 59 , le parole " a carico della regione " sono sostituite dalle seguenti " a carico dell'ente regionale di gestione dei servizi per il diritto allo studio universitario ".

ARTICOLO 6

Norma transitoria.

1. All' art. 9 della legge regionale 24 dicembre 1982, n. 59 , le parole " la Giunta regionale " sono sostituite da " il Consiglio di amministrazione dell'ente regionale dei servizi per il diritto allo studio universitario ".

ARTICOLO 7

Norma finanziaria.

1. La spesa per il pagamento delle competenze al personale di cui al precedente art. 4 è iscritta nel bilancio dell'ente regionale di gestione dei servizi per il diritto allo studio universitario ed il relativo finanziamento è assicurato con i mezzi di cui all' art. 15, della legge regionale 1 settembre 1981, n. 66 , come integrato con l'art. 2 della presente legge.

2. La Giunta regionale è autorizzata ad apportare al bilancio preventivo regionale dell'esercizio 1984 le variazioni di competenza e di cassa in conseguenza di quanto disposto col precedente art. 2 e col primo comma del precedente articolo.

ARTICOLO 8

1. Dopo l' art. 15 della legge regionale 1 settembre 1981, n. 66 è aggiunto il seguente: " Art. 15/ bis - Servizio di tesoreria. Il servizio di tesoreria dell'ente è affidato all'Istituto di credito incaricato del servizio di tesoreria della Regione, alle stesse condizioni praticate a quest'ultima. Nel caso di condizioni più vantaggiose offerte da altri istituti di credito, il tesoriere della Regione ha facoltà di assumere il servizio di tesoreria dell'ente a queste ultime migliori condizioni ".


La presente legge è dichiarata urgente ai sensi dell' art. 127 della Costituzione e dell'art. 65 dello Statuto regionale ed entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione.

Note della redazione

(1)  - 

Abrogata dalla L.R. 12 agosto 1994, n. 26, art. 34, comma 1, lett. c)